Urlaub Prato

- Informationen für Ferien und Tourismus Prato

Prato

@ Mitte von Florenz

Compresa tra Pistoia e Firenze, la giovane Provincia di Prato (è stata istituita nel 1992) è una delle province italiane più piccole, ma vi risulta il maggior reddito per abitante in Toscana.

Popolata da Etruschi, Romani e Longobardi, inizia a tessere la trama dei suoi grandi successi economici quando nel XIII sec. si sviluppa la fabbricazione delle stoffe, specializzandosi poi in pannilana morbidissimi e colorati famosi in tutta Europa.
Attualmente il Distretto Tessile Pratese è considerato il più importante centro tessile laniero europeo, e le pregiate manifatture possono essere acquistate anche direttamente in fabbrica, magari dopo una visita al Museo del Tessuto, che offre un’interessante panoramica sull’evoluzione del settore.
Insieme ai tessuti, però, hanno girato il mondo anche i suoi biscotti, frutto di una tradizione golosa che nei secoli si è snodata lungo l'ideale Strada dei Biscotti che attraversa tutta la provincia. Oltre agli storici biscottifici, infatti, si possono trovare decine di piccoli forni artigianali che emanano quella la caratteristica fragranza che fa chiudere gli occhi e tirare un sospiro di piacere.
Ai celebri Biscotti di Prato, meglio conosciuti come Cantucci o Cantuccini, si avvicendano gli Zuccherini profumati di anice tipici della Val Bisenzio, la zona appenninica di Cantagallo e Vaiano, per poi chiudere il viaggio con gli Amaretti di Carmignano e Poggio a Caiano.
Tra lo shopping e una degustazione dolce, magari con un buon bicchierino di Vin Santo del Montalbano, non possono tuttavia mancare le escursioni tra natura e cultura.
Una tra tutte deve essere quella diretta alla rinascimentale Villa Medicea di Poggio a Caiano, fatta edificare da Lorenzo il Magnifico. Tradizionale residenza estiva dei Medici, fu tappa obbligata per tutte le nuove spose del Granducato, che prima di recarsi in città ricevevano qui l’omaggio dell’aristocrazia fiorentina. Nel 1919 Casa Savoia la donò allo Stato Italiano.
Per un’immersione in una storia ancora più remota, però, occorre recarsi a Carmignano e visitare le necropoli e gli insediamenti etruschi risalenti al VII sec. a.C. (i tumuli di Montefortini e Boschetti, le aree archeologiche della Paggeria e di Pietramarina, il tumolo di Prato di Rosello), nonché il notevole Museo Etrusco di Artimino.
Interessante, sempre a Carmignano, il Museo della Vite e del Vino, espressione tipica di questa terra che produce l’eccellente Carmignano Doc e Docg, uno dei vini rossi più antichi d’Italia.
Volendo, tra l’altro, si potrebbe unire alla Strada dei Biscotti, anche la Strada Medicea dei Vini di Carmignano, un progetto che vuole sposare cultura e turismo, legando gusto e bellezza per un rinnovato benessere dei sensi.
Per chi, invece, preferisce unire ai biscotti un percorso nella natura, la sua meta non può che essere la Riserva Naturale Acquerino-Cantagallo, situata tra i comuni di Cantagallo e Montemurlo (Prato) e di Sambuca Pistoiese (Pistoia). Di recente tra la fauna sono riapparsi anche i lupi e i gatti selvatici, che in molte altre foreste italiane sono ormai scomparsi. Nei giorni festivi non è insolito vedere un buon afflusso turistico, poiché nei boschi è possibile, secondo la regolamentazione vigente, raccogliere funghi, more, mirtilli, fragole e bacche di ginepro.
Nei comuni di Vaiano, Prato e Montemurlo si trova invece l’Area Protetta del Monteferrato, di cui il Centro di Scienze Naturali di Prato può fornire indicazioni, guide e mappe per visitarla al meglio seguendo i sentieri trekking segnalati dal CAI (Club Alpino Italiano).

Gehen Sie on-line und suchen Sie Ihr Hotel in Florenz mit unserem Reservierungssystem.
Ist es einfach, sicher und schnell!

Über Uns | Kundendienst | Übersicht der Website | Privacy Policy
italiano | english | deutsch | français | español | Japanize
Florenz